ciotastrong

Immagina:” tu. lui. su un letto prima di andare a dormire. siete sereni e lui. lui scherza con quello che sarà vostro figlio. il tuo pancione. ti ha tirato la maglia su e avvicinandosi, vi fa delle piccole pernacchie e comincia a parlargli con voce dolce “hei, amore di Papà. Ti sbrighi? ci sono persone che non vedono l’ora di vedere gli occhi della mamma quand era piccola e non vedono l’ora di vederti. di stringerti, di cantarti la ninna nanna e chiamarti cucciolo. di insegnarti nuove cose, di insegnarti a dire -Papà-!” tutto ciò ti fa provare dei brivi ma alla sua ultima frase scoppi in una fragoroso risata. “no amore della mamma, così non ci siamo” dici accarezzandoti la pancia “é -Mamma- la prima parola che devi dire” affermi ridendo. lui da la buonanotte al pancione e dopo averti abbassato la maglia, imboccato le coperte, spegne la luce. ti da un bacio sulla fronte e aggiunge “buonanotte Scricciolo”